BERLUCCHI SPUMANTE BRUT CL 75

16,50

COD: d09bf41544a3 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Lo Spumante Franciacorta Brut di Berlucchi nasce nei vigneti situati nel cuore della Franciacorta. E’ prodotto al 70% con uve Chardonnay e al 30% da uve Pinot Nero.

In Italia gli unici vini cui si può aggiungere dello zucchero sono gli spumanti. Anche per questo motivo viene indicato in etichetta il grado zuccherino che il vino possiede. Brut: meno di 15 g/l

Storia dello Spumante Berlucchi

Guido Berlucchi, discendente dei conti Lana de’ Terzi, produceva con le uve del vigneto del castello di Borgonato il Pinot del Castello, vino bianco poco stabile in bottiglia. L’amico Alessandro Borghesi gli consigliò di incontrare un giovane e dinamico enologo, Franco Ziliani. Era la primavera del 1955. Ziliani si recò a palazzo Lana Berlucchi e, mentre prometteva al suo ospite di rimediare all’instabilità di quel vino fermo, gli propose di creare un metodo classico in Franciacorta. La bella dimora, l’elegante persona di Berlucchi e le antiche cantine sotterranee avevano ispirato Ziliani, che vi aveva intravisto la possibilità di materializzare il suo sogno di ragazzo: produrre un vino rifermentato in bottiglia.
Berlucchi accettò la sfida e nel 1961 furono sigillate tremila bottiglie di Pinot di Franciacorta.
Era nato il Franciacorta, e il riscontro dei primi degustatori fu tanto incoraggiante che l’anno dopo Ziliani creò Max Rosé, primo metodo classico rosato d’Italia: una dedica al raffinato Max Imbert, amico di Guido Berlucchi e cultore delle bollicine in rosa.
A Berlucchi e Ziliani si unì Giorgio Lanciani: a lui il merito di aver ideato l’etichetta ovale, entrata nell’immaginario come emblema della casa.
L’attenzione verso il nuovo marchio aumentava, e nel 1977 Pinot di Franciacorta diventò Cuvée Imperiale.

La vigna Berlucchi copre circa cinquecento ettari di territorio, tra proprietà e conferimento. Una porzione importante del vigneto franciacortino, condotta con le tecniche dell’agricoltura biologica.
L’alta densità di ceppi per ettaro, unita alla potatura a cordone speronato, all’inerbimento mirato e al diradamento prevendemmiale, consente di ottenere pochi grappoli di grande qualità.
I vigneti da cui provengono le uve sono classificati come:
depositi fini: Terreni di natura alluvionale, formati quindi dai depositi trasportati dai fiumi; limosi e argillosi, profondi, conferiscono ai vini base Franciacorta un ottimo livello di acidità e freschezza
fluvioglaciali: Rappresentano la quota maggiore di terreni franciacortini; a medio impasto, forniscono basi Franciacorta equilibrate
colluvi distali: Terreni profondi, donano uve con media precocità di maturazione e vini base bilanciati
morenico profondo: Ricchi di scheletro (sassi), sono terreni profondi, umidi; conferiscono basi Franciacorta di buona struttura
colluvi gradonati: Terreni posti in pendenza, su terrazze; le uve qui coltivate sono precoci, i vini base ancora più strutturati dei precedenti
morenico sottile: Terreni collinari mediamente caldi; le uve sono precoci, presentano un buon livello di alcol e zuccheri; ideali per prodotti ricchi e “grassi”.

Vai al sito dell’Azienda

Informazioni aggiuntive

Peso 2 kg
Formato

Bottiglia 75 cl

Produttore

BERLUCCHI